Pagina 1-2-3

TESTIMONIANZE

Quinta convocazione plenaria del Prefetto di Treviso per venerdì 15.11.2019 su Prosecco e Sostenibilità

 

Gentile Signora Prefetto Maria Rosaria Laganà,

 

prendo atto della quinta convocazione di un tavolo tecnico relativo alla salvaguardia dei fattori ambientali in un quadro di economia sostenibile e di valorizzazione del  prodotto “Prosecco” (vedi ALLEGATO: Prosecco- Lettera di convocazione Prefetto Treviso…).

All’inizio della Sua lettera di convocazione si accenna a “… intese raggiunte nel corso dell’incontro qui svoltosi il 28 febbraio C.A….”. Ci auguriamo che quelle intese vengano illustrate nel prossimo incontro del 15 novembre, visto che la nostra associazione PAN Italia il 28 febbraio non era stata invitata.

Purtroppo  dall’ultima convocazione prefettizia (la quarta) del 2 marzo 2018, alla quale siamo stati invitati, non si è risolto il conflitto fra abitanti residenti e Istituzioni per l’inerzia a produrre cambiamenti reali nelle regolamentazioni dei processi viticoli, nelle indagini epidemiologiche e nelle valutazioni dei costi esterni a tutela della salute degli abitanti e dei fattori ambientali (aria, acqua, cibo, suolo ed ecosistemi).

Anche dopo la prima bocciatura UNESCO del giugno 2018 e la successiva certificazione a Baku del 7.7.2019, avvenuta senza ulteriori sopralluoghi sul territorio, non si sono avviate radicali modifiche strutturali nel modo di produrre. Eppure la certificazione UNESCO delle colline del prosecco è avvenuta con la corposa appendice di ben 15 pesanti raccomandazioni della Commissione ICOMOS International. Purtroppo l’UNESCO, pur avendo definiti nei suoi documenti ufficiali già dal 1972 i pesticidi “una minaccia”, nelle certificazioni non tiene assolutamente conto di questa realtà ed è ancora privo di procedure di controllo e gestione dei pesticidi di sintesi in tutte le decine di siti viticoli già certificati.

Allego anche lo Statement (in italiano) letto davanti al Committee UNESCO a Baku il 7.7.2019 poco prima della comunicazione ufficiale relativa alla certificazione (vedi ALLEGATO: UNESCO DOCG prosecco Statement...). Questo  Statement è stato ignorato dal Comitato certificatore e dal governatore Zaia, che era presente assieme ad una ventina di persone arrivate dal Veneto e da Roma in missione ufficiale.

 

In questa quinta riunione plenaria, come PAN Italia, proponiamo alcuni punti da dibattere:

1 Come e da chi sarà controllata la progressione e il completamento dei progetti relativi alle 14 raccomandazioni UNESCO (vedi ALLEGATO: UNESCO Colline prosecco – Rapporto...) visto che la quindicesima raccomandazione, presente in questo documento ICOMOS International, è stata omessa nel successivo rapporto di approvazione UNESCO di Parigi (codice: WHC/19/43.COM/8B-Add). Con questa cancellazione l’UNESCO di Parigi ha rinunciato di fatto alla possibilità di controllare l’attuazione delle 14 raccomandazioni.

2 – Il governatore del Veneto afferma spesso che “il futuro sarà biologico e senza chimica”. Per poter convertire le attuali coltivazioni convenzionali che contemplano i pesticidi di sintesi in coltivazioni biologiche, chiediamo che nelle Linee Guida regionali sull’utilizzo dei pesticidi e nei Regolamenti di polizia rurale comunali sia inserito, assieme all’esistente processo di coltivazione convenzionale, il processo di coltivazione biologica. Se i regolamenti comunali non assicureranno al processo biologico la stessa dignità del processo convenzionale assai incentivato, non sarà possibile liberare l’agricoltura biologica dalla marginalità in cui è confinata. Attualmente essa è presente in poco più del 2% di superficie coltivata sia nella DOCG prosecco che nel Veneto.

Proprio per affrontare questo problema, a Conegliano sono state raccolte 2400 firme per un Referendum comunale consultivo contro tutti i pesticidi di sintesi, referendum per il quale la Giunta comunale ha fissato la data di domenica 15 novembre 2020.

3 – Il Governatore del Veneto sostiene che la certificazione UNESCO “sarà un nuovo rinascimento connotato da un’imprescindibile sostenibilità ambientate in un cammino che vedrà coprotagoniste istituzioni e categorie produttive”.

Ci chiediamo perché non si possa configurare per il Governatore del Veneto la possibilità di costituirsi parte civile in un possibile processo per danni ambientali, così come è avvenuto nel caso dei PFAS diffusi nelle falde acquifere di decine di comuni del Veneto. Anche sulle colline della DOCG Prosecco pesa l’inquinamento in alcune falde acquifere superficiali e sotterranee come denuncia l’ISPRA fin dal 2016.

4 –  Infine ci auguriamo che almeno questa quinta riunione sia seguita da un verbale inviato a tutti i partecipanti con una sintesi delle dichiarazioni e delle decisioni eventualmente prese.

 

COLGO L’OCCASIONE

A - per allegare il volantino di un prossimo FORUM DEI COMITATI E ASSOCIAZIONI ECOLOGISTE DEL VENETO  a Padova sabato 23 novembre 2019 sul tema: Le grandi sofferenze ambientali, economiche e sociali del Veneto e le INIZIATIVE PER SUPERARLE (vedi ALLEGATO: Veneto Padova sabato 23...)

 

B – per mettere il link al filmatoLA DISTRUZIONE DEL PAESAGGIO, DELLA BIO-DIVERSITA’, DELLA FAUNA  per fare gli interessi del 5% della Popolazione Mondiale  (5 novembre 2019).

https://youtu.be/jQNxHVzhvc0  - durata 7’ 55”

 

C – per mettere il link all’interessante documento:  BIO E OGM, SE L’ACCADEMIA FA DISINFORMAZIONE di Tiziano Gomiero.  Alcune riflessioni  sull’analisi che il gruppo SETA (Accademici per il biotech) ha inviato ai parlamentari per bloccare il decreto legge sul biologico ( 28 settembre 2019).

https://ytali.com/2019/09/28/bio-e-ogm-se-laccademia-fa-disinformazione/ 

 

Cordiali saluti
Gianluigi Salvador

 

del direttivo PAN Italia (Pesticides Action Network)

Download
Prosecco - Lettera di Convocazione Prefetto Treviso per il 15.11.2019 su Valorizzazione prodotto Prosecco in un quadro di economa sostenibile a salvagu
Prosecco - Lettera di Convocazione Prefe
Documento Adobe Acrobat 134.9 KB
Download
UNESCO - DOCG prosecco - STATEMENT final A BAKU _Azerbaijan_ il 7.7.2019 – LETTO DAVANTI AL WH COMMITTEE in 2 minuti da Stephan Doempke
UNESCO - DOCG prosecco - STATEMENT fin
Documento Adobe Acrobat 97.3 KB
Download
UNESCO - Colline prosecco - Rapporto ICOMOS 2019 le raccomandazioni principali e supplementari - estratto in italiano
UNESCO - Colline prosecco - Rapporto IC
Documento Adobe Acrobat 191.8 KB
Download
Veneto - Invito Padova sabato 23.11.2019 Forum dei Comitati e Associazioni ecologiste del Veneto -
Veneto - Invito Padova sabato 23.11.2019
Documento Adobe Acrobat 141.1 KB

UNESCO - Documento di analisi in merito all’approvazione del SITO Unesco “Le Colline del Prosecco” e  REFERENDUM contro i  pesticidi a Conegliano - 18.9.2019

La certificazione UNESCO delle colline del prosecco merita un’analisi approfondita per tutti gli aspetti di natura sociale ed ambientale valutati nell’ottica di un futuro sostenibile, perchè gli esseri viventi, umani e non umani, nel territorio devono poter vivere in salute, dignitosamente ed in armonia con la natura. (in ALLEGATO: UNESCO - Considerazioni in merito all’approvazione...).

 

IN AGGIUNTA

al documento, sempre sul tema UNESCO, metto il link al filmato:

L’UNESCO e… Le Colline del Prosecco: L’ALTRA FACCIA... - durata 10’ – 18.8.2019

https://youtu.be/ZAiTYtJq0-s

 

COLGO L’OCCASIONE

per comunicare che per il Referendum consultivo di Conegliano contro TUTTI i pesticidi di sintesi il Comitato dei Garanti ha approvato, secondo lo Statuto Comunale, sia la validità delle 2400 firme che il dettato referendario.

Il Comune di Conegliano ha stabilito la data della consultazione referendaria comunale a Conegliano per DOMENICA 24 NOVEMBRE 2019.

(vedi foto ALLEGATA: Conegliano – Festa delle Associazioni...)

Gianluigi Salvador

Download
UNESCO - Considerazioni in merito all’approvazione del SITO Unesco “Le Colline del Prosecco” - 16.9.2019
UNESCO - Considerazioni in merito all’ap
Documento Adobe Acrobat 1.1 MB
Download
Conegliano - Festa delle associazioni 1.9.2019. Banchetto referendum contro pesticidi - Assoc. Colli puri-PAN Italia- MDF
Conegliano - Festa delle associazioni 1.
Documento Adobe Acrobat 343.4 KB
Download
Conegliano - Referendum 24.11.2019 Strillo La Tribuna 18.9.2019
Conegliano - Referendum 24.11.2019 Stril
Documento Adobe Acrobat 195.2 KB
Download
Refrontolo - dettaglio sbancamenti località Mire zona Unesco - 20.9.2019
Refrontolo - dettaglio sbancamenti local
Documento Adobe Acrobat 431.1 KB
Download
Refrontolo - sbancamenti località Mire zona Unesco - 20.9.2019
Refrontolo - sbancamenti località Mire z
Documento Adobe Acrobat 349.1 KB
Download
UNESCO - Sbancamenti Strillo La Tribuna 19.9.2019
UNESCO - Sbancamenti Strillo La Tribuna
Documento Adobe Acrobat 195.4 KB

L’opuscolo “I bambini hanno ragione” prodotto in occasione della premiazione a Conegliano del concorso: Immagina la vita del pianeta senza pesticidi.
In occasione della raccolta delle firme a Conegliano per il referendum: “Conegliano senza pesticidi”, I bambini delle scuole elementari hanno prodotto più di 250 disegni, bellissimi e con messaggi sentiti per un vero cambiamento che porti al rispetto della natura, le cui leggi dobbiamo giocoforza rispettare pena l’autodistruzione: infatti noi siamo parte della natura e non sopra di essa.
Tra i 250 ne sono stati scelti 7 per comporre l’opuscolo.
Download
Conegliano - 18.5.2019 - Opuscolo concorso disegni sul tema I bambini hanno ragione - Immaginare la vita del pianeta senza pesticidi
Conegliano - 18.5.2019 - Opuscolo conco
Documento Adobe Acrobat 2.2 MB

Anche i bambini stanno comprendendo che gli sconvolgimento climatici e meteorologici di questi tempi sono strettamente connessi alla scellerata mano umana.

I sindaci locali però, non ne hanno ancora compreso la stretta relazione.

A MIANE, per esempio, l'onorevole Dott.ssa Angela Colmellere, proprio prima di terminare il suo mandato di sindaco, ha ben visto di intervenire con un'ordinanza che riportiamo di seguito.

Va detto tuttavia, che tutto ciò non è di alcun pregiudizio per il consenso popolare, come provato dagli esiti delle ultime votazioni Comunali.

A MIANE, ma non solo, gli "adulti" procreano, infischiandosene se garantiranno ai loro figli un futuro in salute in un ambiente vivibile...

Download
ordinanza_30-2019 Comune di Miane
ordinanza_30-2019 Comune di Miane.pdf
Documento Adobe Acrobat 327.1 KB

Domenica 19.5.2019 ore 10.00:  Terza marcia Stop pesticidi di sintesi con percorso da Cison-Follina.
E' il terzo anno che si sviluppa questa iniziativa la quale sta dilagando e quest’anno vede nuove entrate. Di seguito i luoghi delle marce e dei presidi per la mobilitazione del 19 maggio:
-San Bonifacio (Vr),
-Trento in città
-Lago di Caldaro (Bz)
-Codroipo (Ud) solo presidio in piazza
-Bologna solo presidio in città, organizzato da Arvaia
-Potenza Picena (Mc) solo presidio

UNESCO - LETTERA SULLA CANDIDATURA DELLE COLLINE DEL PROSECCO CONEGLIANO VALDOBBIADENE 12-5-2019

Nell’incontro a Conegliano del Forum Stop Pesticidi, ben TRENTANOVE Associazioni e comitati locali, regionali e nazionali hanno approvato un documento che chiede all’ICOMOS, la Commissione UNESCO di valutazione dei siti, di NON certificare per la seconda volta “Le Colline del Prosecco Conegliano Valdobbiadene” per i permanenti numerosi problemi che questa monocoltura industriale della vite sta apportando al capitale naturale con conseguenti forti disagi alla popolazione residente.
Si traduce in italiano la nota di accompagnamento in testa al documento (in inglese), inviato con motivazione alla Direttrice del Centro UNESCO di Parigi.
Gentile Signora Mechtild Rossler,
direttore del World Heritage Center UNESCO – Parigi,
Le inviamo questa lettera perché nel saluto di benvenuto di World Heritage Watch ONG UNESCO FORUM a Parigi, il 4 febbraio 2019 ha detto:
"La società civile è coinvolta e contribuisce all'obiettivo della conservazione e all'ampio meccanismo di monitoraggio.
L'interazione con la società civile è molto importante e vi chiedo di inviarmi direttamente le lettere di richiesta e anche l'identità degli informatori sarà protetta. Ho le risorse disponibili e le informazioni e le richieste saranno inviate dall'UNESCO ai rappresentanti degli Stati".
 
Dopo questa dichiarazione di disponibilità, il Comitato Stop Pesticidi, che rappresenta dozzine di Associazioni e Comitati in Italia, Le invia la lettera allegata con la gentile richiesta di inviarlo ai destinatari nell'indirizzo della lettera, ma anche al World Heritage Commettee.
grazie e distinti saluti
Il Comitato Marcia Stop Pesticidi.
Download
UNESCO - CANDIDACY PROSECCO HILLS OF CONEGLIANO AND VALDOBBIADENE - 8.5.2019
UNESCO - CANDIDACY PROSECCO HILLS OF CO
Documento Adobe Acrobat 446.3 KB

Download
Conegliano - Guerra al prosecco - Un referendum per vietare i pesticidi - La Stampa 29.9.2018
Conegliano - Guerra al prosecco - Un ref
Documento Adobe Acrobat 139.8 KB
Download
DOC prosecco - Uve DOC in eccesso sui filari Gazzettino 30.9.2018 e per le distillerie La Tribuna 30.9.2018
DOC prosecco - Uve DOC in eccesso sui fi
Documento Adobe Acrobat 209.9 KB
Download
DOC prosecco - Zanette bolla del prosecco - no ancora più 1200 ha per due anni - La Tribuna 23.9.2018
DOC prosecco - Zanette bolla del prosecc
Documento Adobe Acrobat 155.0 KB
Download
DOCG prosecco - Fiumi, torrenti e fossi inquinati dalle cantine da Valdobbiadene a Conegliano - Il Gazzettino 25.9.2018 -La Tribuna 26.9.2018-3.10.2018
DOCG prosecco - Fiumi, torrenti e fossi
Documento Adobe Acrobat 367.8 KB
Download
DOCG prosecco - DOCG adulterato sigilli a due cantine a Valdobbiadene e Refrontolo - La Tribuna e Gazzettino 29.9.2018
DOCG prosecco - DOCG adulterato sigilli
Documento Adobe Acrobat 384.6 KB
Download
DOCG prosecco - Ghiaccio, prosecco e pesticidi - Rivista Il Salvagente Giugno 2018 - Analisi pesticidi su bottiglie di prosecco
DOCG prosecco - Ghiaccio, prosecco e pes
Documento Adobe Acrobat 551.6 KB
Download
DOCG prosecco - I big del Prosecco pronti a produrre vini a basso costo con l'uva in più - La Tribuna 25.9.2018
DOCG prosecco - I big del Prosecco pront
Documento Adobe Acrobat 105.0 KB
Download
DOCG prosecco - Il monito di Zaia -stopo al prosecco e avanti solo bio e impatto zero - La Tribuna 1.9.2018
DOCG prosecco - Il monito di Zaia -stopo
Documento Adobe Acrobat 246.3 KB
Download
DOCG prosecco - La Diocesi di Vittorio Veneto denuncia la bolla del prosecco - poca sostenibilità, pesticidi, eccesso di produzione - La Tribuna 22.9.2018
DOCG prosecco - La Diocesi di Vittorio V
Documento Adobe Acrobat 238.5 KB
Download
DOCG prosecco - Troppa uva le cantine scoppiano - Conferimenti contingentati - più 30% sul 2017 - il Gazzettino 11.9.2018
DOCG prosecco - Troppa uva le cantine sc
Documento Adobe Acrobat 436.1 KB
Download
DOCG prosecco - Zaia dall'UNESCO a Conegliano per i 150 anni di Carpenè - Il Gazzettino28.5.2018
DOCG prosecco - Zaia dall'UNESCO a Coneg
Documento Adobe Acrobat 102.2 KB
Download
Il Veneto sta cambiando grazie ai residenti
Il Veneto sta cambiando grazie ai reside
Formato JPG 93.3 KB
Download
Pestexit - La Tribuna 12.4.2017 Vinitaly Zaia Il prosecco sarà tutto bio
Pestexit - La Tribuna 12.4.2017 Vinita
Documento Adobe Acrobat 426.5 KB
Dott.ssa Patrizia Gentilini - Oncologa ed ematologa
Dott.ssa Patrizia Gentilini - Oncologa ed ematologa

I PESTICIDI SONO VELENI E SE NE DEVE FARE A MENO

Nessuno vuole criminalizzare gli agricoltori che anzi, con le loro famiglie, sono le prime vittime di un sistema che uccide la Vita, a cominciare dalla loro.

Non è vero che i pesticidi siano come i farmaci per le persone: se io devo prendere un antibiotico perché ho la polmonite o un antiblastico perché ho un cancro, lo prendo io, punto e basta, non mi sogno di "vaporizzarlo" su tutti gli abitanti del quartiere o comunque della comunità in cui vivo dove tutti gli altri non ne hanno bisogno e quindi ne risultano solo danneggiati!

 

Quanto alle valutazioni tossicologiche e alle autorizzazioni rilasciate dal Ministero ( che recepisce quanto stabilito a livello europeo e che comunque ci mette del suo nel rilasciare a tutto spiano deroghe anche per sostanze messe fuori legge) qualche precisazione va fatta. L'attuale valutazione del rischio per esposizione cronica a pesticidi (ovvero piccole dosi ripetute nel tempo) non può infatti ritenersi assolutamente adeguata per quanto riguarda la tutela della salute umana per numerosi motivi.

 

• non tiene conto della molteplicità delle fonti di esposizione: limiti sono previsti per alimenti o acque ma non per lesposizione residenziale o attraverso aria e suolo.

 

• non tiene conto del fatto che i metaboliti possono essere più tossici della molecola originaria

• si considera l’azione del singolo pesticida senza tener conto del multiresiduo e del cocktail di molecole cui siamo esposti. Già un lavoro nel 2012 affermava: «Gli effetti tossici di miscele di basse dosi di pesticidi sulla salute umana sono largamente sconosciuti, ed aumenta la preoccupazione circa la loro sicurezza” ; si evidenziava che non tutte le miscele di pesticidi di simile struttura chimica producono gli stessi effetti, pertanto e se agiscono su diversi bersagli, possono produrre differenti effetti tossici. Il problema è di grande rilievo e in Francia è iniziato uno studio (PERICLES) che si propone di valutare su linee cellulari umane e test di laboratorio gli effetti di 79 residui di pesticidi in 7 diverse miscele (da 2 a 6) presenti abitualmente nella dieta dei francesi. Di recente si è avviato un percorso a livello europeo su questi aspetti, ma che ancora non ha prodotto linee guida al riguardo.

 

• esiste poi una estrema variabilità nella regolamentazione dei residui di pesticidi nei vari paesi: a tutt’oggi risulta che per oltre 19.400 pesticidi siano stati stabiliti dei Valori Guida nei suoli (RGVs) e per 5400 pesticidi siano indicati i livelli massimi di concentrazione nelle acque potabili ( MCLs) rispettivamente da 54 e 102 nazioni. Oltre 90 nazioni indicano i limiti massimi di pesticidi nei prodotti agricoli (LMR) per almeno uno dei 12 alimenti più comunemente consumati. Un totale di 22 pesticidi sono regolamentati con più 100 valori guida diversi nel suolo (RGVs) e 25 pesticidi hanno più di 100 livelli massimi di concentrazione diversi (LCMs) nell’acqua potabile. Questa ricerca indica che gli RGV e MCL per un singolo pesticida potrebbero variare di sette (MCL in acqua potabile per il DDT), otto (RGV nel terreno per il Lindane), o anche nove (RGVs nel suolo per il Dieldrin) ordini di grandezza.

 

• si prende in considerazione la tossicità del solo principio attivo, trascurando le numerose altre sostanze presenti (adiuvanti, conservanti, diluenti, emulsionanti, propellenti etc) che aumentano notevolmente la tossicità del prodotto finale, come ampiamente documentato ad esempio per il glifosato.

• i limiti di legge sono riferiti a persona adulta di 70 kg e non si tiene conto che dosi anche minimali e ben al di sotto dei limiti di legge possono essere pericolose specie in fasi cruciali della vita ( embrioni, feti bambini) in particolare per sostanze che agiscono come “interferenti endocrini”. 

• Non si tiene conto della diversa suscettibilità in relazione a fattori genetici, età, genere, stato nutrizionale, abitudini personali che influenzano grandemente la suscettibilità ai pesticidi. Ad esempio l’enzima paraoxonasi 1 (PON1) ha un ruolo fondamentale nella detossificazione dai pesticidi organofosforici e alcuni polimorfismi del gene PON1 possono aumentare viceversa la suscettibilità a tali pesticidi ed amplificare la loro tossicità, in particolare influenzando il neurosviluppo. 

• Viene presa in considerazione la documentazione del proponente e non la letteratura scientifica disponibile e ciò porta a pareri discordanti di cui, ancora una volta, il glifosato rappresenta un esempio emblematico. Insomma credo ci siano buoni motivi PER CAMBIARE DRASTICAMENTE ROTTA perché anche parlare di un "uso sostenibile" dei pesticidi è un OSSIMORO: SONO VELENI E SE NE DEVE FARE A MENO.    

13/05/2018 FOLLINA-CISON DI VALMARINO

2^ MARCIA "STOP PESTICIDI"

In 5.000 per chiedere l'ELIMINAZIONE di TUTTI i pesticidi chimici di sintesi usati sul territorio delle Colline del Prosecco ed in generale in tutta l'agricoltura.

Download
Pesticidi - Marcia stop pesticidi di sintesi - Revine-Follina - La Tribuna 14.5.2018
Pesticidi - Marcia stop pesticidi di sin
Documento Adobe Acrobat 446.6 KB
IL BIODISTRETTO DEL PROSECCO - Un sogno realizzabile e soprattutto non più procrastinabile... perchè il CANCRO sta sbancando + dell'industria del vino.
Sotto la nota per idee su un ipotetico biodistretto DOCG prosecco, proposte che il Prefetto aveva chiesto a qualche intervenuto alla fine del quarto incontro in plenaria in Prefettura a Treviso  il 2.3.2018.
L’allegato in DOCX : Biodistretto - Idee per un progetto... E’ un breve collage con alcuni spunti miei ed alcuni estratti da note ricevute da voi.

 

Speriamo inneschino qualche dibattito sul tema.
Sent: Monday, March 12, 2018 11:02 PM
Subject: DOCG prosecco - Idee per un progetto di biodistretto 12.3.2018
 

Gentile Prefetto Dssa Laura Lega,

come d’accordo alla quarta riunione del 2.3.2018  in Prefettura a Treviso sul tema:  “Valorizzazione del prodotto Prosecco in un quadro di economia sostenibile a salvaguardia dei fattori ambientali”, sull’ipotesi di biodistretto o distretto biologico nella DOCG prosecco, ipotesi nata dalla discussione durante la riunione, invio alcune idee orientate ad una ipotesi di progetto (in ALLEGATO: Biodistretto - idee per un progetto...). In aggiunta allego anche  uno schema per la definizione obiettivi strategici sul tema DOCG prosecco, schema inviato in occasione della prima riunione in Prefettura il 6.6.2016 ed a mio parere con contenuti tuttora validi.

Sono idee e spunti coerenti con le insistenti indicazioni di visione del governatore Luca Zaia che in più occasioni, durante manifestazioni pubbliche (vedi 3 ALLEGATI)  ha affermato al Vinitaly il 12.4.2017 “Il prosecco sarà tutto bio”, e alla Fiera di Godega il 3.3.2018: “La chimica va bandita dalle nostre coltivazioni” e “Giusto voler eliminare i prodotti chimici dalla campagna ma bisogna trovare il giusto equilibrio fra sostenibilità e sviluppo”. Ma Anche il Ministro Galletti alla Fiera4passi il 6.5.2017 (vedi ALLEGATO) afferma “Avanti con il prosecco bio …  il futuro è sostenibilità”.    

Sono indicazioni di visione corrette a tutela della salute, della biodiversità e dei fattori ambientali,  come del resto è stato anche il tema delle quattro convocazioni prefettizie a Treviso.

Cordiali saluti
Gianluigi Salvador"
Download
Biodistretti - AIAB -All. 2 Requisiti fondamentali per la costituzione - 13.4.2016
Biodistretti - AIAB -All. 2 Requisiti fo
Documento Adobe Acrobat 75.8 KB
Download
Biodistretto - Idee per un progetto di biodistretto 12.3.2018
Biodistretto - Idee per un progetto di b
Documento Adobe Acrobat 366.8 KB
Download
DOCG prosecco - Zaia - Basta attaccare gli agricoltori - Giusto voler eliminare i prodotti chimici dalla campagna - Il Gazzettino 4.3.2018
DOCG prosecco - Zaia - Basta attaccare g
Documento Adobe Acrobat 170.4 KB
Download
DOCG prosecco - Zaia - La chimica va bandita dalle nostre coltivazioni - La Tribuna 4.3.2018
DOCG prosecco - Zaia - La chimica va ban
Documento Adobe Acrobat 192.7 KB
Download
Pestexit - La Tribuna 12.4.2017 Vinitaly Zaia Il prosecco sarà tutto bio
Pestexit - La Tribuna 12.4.2017 Vinita
Documento Adobe Acrobat 426.5 KB
Download
Prefetto - Schema per definizione obiettivi strategici area DOC e DOCG prosecco, incontro 6.6.2016
Prefetto - Schema per definizione obiett
Documento Adobe Acrobat 171.6 KB
Download
UNESCO - Galletti per UNESCO andare al BIO - art. Gazzett. 7.5.2017
UNESCO - Galletti per UNESCO andare al B
Documento Adobe Acrobat 2.4 MB
I rovi che c'erano prima del prosecco industriale
I rovi che c'erano prima del prosecco industriale
In allegato l’articolo del 13.3.2018 del Gazzettino dal titolo: Zaia si scaglia contro i gufi.
Parlare di gufi porta male (vedi come è finito Renzi), ma Zaia alla Fiera di San Gregorio a Valdobbiadene, i gufi non li ha richiamati esplicitamente: è stato un guizzo linguistico della giornalista Elena Filini.
Zaia, dopo aver stigmatizzato (minacciato?) con vari argomenti “ chi sta facendo di tutto per frenare questa candidatura” oppure “Nelle ultime settimane vedo che c’è chi tifa per il fallimento della candidatura...”, naturalmente senza citare mai un nome nè mai controbattere una argomentazione della controparte, ha confermato ancora una volta che la certificazione UNESCO della DOCG prosecco non è interessata alla sostenibilità del territorio. Inoltre dice che prima del prosecco industriale c’erano rovi e frane.
Infatti i rovi estirpati (di diametro notevole) si possono vedere nella foto  allegata sul disboscamento a Refrontolo in Costa Bavera, oppure al Link del video 5.2013 sul disboscamento lunare a Tarzo in val dei Rustè  (i rust sono i pungitopo): https://youtu.be/blBaPjW_WMc
 
Ma quello che è inquietante per un amministratore di tutti, nostro dipendente,  è che Zaia, commentando la lettera di richiesta chiarimenti dell’ICOMOS-UNESCO abbia affermato che la lettera dell’ICOMOS è : “Una normale richiesta di interrogazione, dove la questione della sostenibilità non è neppure toccata.”

 

Lascio giudicare alle decine di migliaia di famiglie spruzzate, alle centinaia di migliaia di cittadini inquinati.
Download
DOCG prosecco - Colline patrimonio UNESCO - Zaia si scaglia contro i Gufi - Gazzettino 13.3.2018
DOCG prosecco - Colline patrimonio UNESC
Documento Adobe Acrobat 114.2 KB
Download
DOCG prosecco - Disboscamento Refrontolo Costa Bavera - 8.1.2013
DOCG prosecco - Disboscamento Refrontolo
Documento Adobe Acrobat 278.9 KB

DOCG PROSECCO - SCHEMA BIODISTRETTO AIAB

15.2.2018 serata sull’intenzione di fare un biodistretto nella DOCG. Serata svoltasi a San Pietro di Feletto Organizzata dal CODITV Terzariol e De Pizzol assessore di San Pietro di Feletto coordinatore del regolamento DOCG prosecco.
E’ indispensabile passare a una sintetica bozza di progetto, con misuratori base di controllo (su costi, qualità, volumi e tempi) per andare al 100% bio. Infatti un sistema non misurabile è fuori controllo. Il primo prerequisito è il capovolgimento del regolamento con al centro il processo bio.
Il fumogeno  Zaia dice continuamente di togliere la chimica e andare al bio (in allegato), ma questi suoi discepoli vogliono sostanzialmente fossilizzare la realtà esistente come per l’UNESCO così col biodistretto (max 4.1% di bio!!!).

Quello del biodistretto fatto male è un altro tentativo, come quello dell’UNESCO, per coprire i problemi che esistono e dei quali per fortuna l’ICOMOS, ente terzo, se ne è accorto.

Gianluigi Salvador

Download
DOCG prosecco - Zaia - Basta attaccare gli agricoltori - Giusto voler eliminare i prodotti chimici dalla campagna - Il Gazzettino 4.3.2018
DOCG prosecco - Zaia - Basta attaccare g
Documento Adobe Acrobat 170.4 KB
Download
DOCG prosecco - Zaia - La chimica va bandita dalle nostre coltivazioni - La TRibuna 4.3.2018
DOCG prosecco - Zaia - La chimica va ban
Documento Adobe Acrobat 192.7 KB
Download
Pestexit - La Tribuna 12.4.2017 Vinitaly Zaia Il prosecco sarà tutto bio
Pestexit - La Tribuna 12.4.2017 Vinita
Documento Adobe Acrobat 426.5 KB
Download
Pesticidi - Biodistretto LINEE GUIDA AIAB 2.2014 _1_
Pesticidi - Biodistretto LINEE GUIDA AIA
Documento Adobe Acrobat 2.4 MB
Download
UNESCO - Galletti per UNESCO andare al BIO - art. Gazzett. 7.5.2017
UNESCO - Galletti per UNESCO andare al B
Documento Adobe Acrobat 2.4 MB