APPUNTAMENTI

Download
18-07.19 Conegliano - Volantino incontro - Pesticidi - Troppi rischi per il genere umano e per l'ambiente 19.7.2018
18-07.19 Conegliano - Volantino incontr
Documento Adobe Acrobat 287.9 KB

MARCIA “STOP PESTICIDI”

DOMENICA 13 MAGGIO 2018

Milioni di persone in tutto il mondo sono quotidianamente esposte ai pericoli provocati dall'uso di pesticidi e diserbanti in agricoltura.

Nati per eliminare i parassiti dei raccolti, hanno un impatto gravissimo sulla nostra salute oltre che sull’ambiente. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità i pesticidi causano ogni anno circa 200 mila morti su scala globale e secondo l’autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa) circa il 45% del cibo che consumiamo contiene residui di pesticidi.

Queste sostanze chimiche possono contribuire al sorgere di diverse forme tumorali e alterare il sistema endocrino con il conseguente aumento delle patologie correlate.

Le persone che vivono e lavorano nelle aree dove si pratica l'agricoltura intensiva e chimica, caratteristica delle monocolture, sono le più esposte, in particolare le donne in gravidanza e i bambini.

Nel lungo periodo danneggiano l’agricoltura stessa indebolendo le piante coltivate, compromettendo la produttività del terreno e la qualità del raccolto, distruggendo la biodiversità animale e vegetale.

Provocano inquinamento dell'aria, dei terreni e delle falde acquifere, compromettendo la sopravvivenza di numerose specie animali (in particolare api, lombrichi e uccelli).

La monocoltura intensiva basata sulla chimica, provoca il graduale depauperamento di una risorsa preziosa quale è il Paesaggio.

In alternativa a questo modello sosteniamo le esperienze agricole come l’agricoltura biologica i Biodistretti e le filiere corte, che in questi anni hanno dimostrato di saper coniugare il rispetto per la salute pubblica e l'ambiente, producendo alimenti sani e posti di lavoro, valorizzando la varietà

dei prodotti locali e tutelando la salute pubblica.

INVITIAMO LA COMMISSIONE EUROPEA

a rivedere la recente autorizzazione concessa per altri cinque anni dell’uso glifosato, a riformare la procedura di approvazione dei pesticidi e a fissare obiettivi di riduzione obbligatori per quanto riguarda l’uso dei pesticidi.

CHIEDIAMO A GOVERNO, REGIONE E COMUNI

-di applicare il principio di precauzione vietando l'utilizzo dei pesticidi, intesi come molecole di sintesi, attivando controlli e sanzioni idonee, iniziando col vietare definitivamente le sostanze che sono state sottoposte a deroghe e fissando obiettivi di riduzione per gli altri

-di potenziare tutti gli strumenti di controllo e salvaguardia del territorio per evitare sbancamenti, deturpazione del paesaggio, possibili discariche abusive e cambiamenti delle destinazioni d'uso.

-di disincentivare economicamente le produzioni agricole industriali e le monocolture

-di favorire e finanziare l'agricoltura biologica e la costituzione di biodistretti, nel rispetto della biodiversità e delle tipicità tradizionali locali;

Facciamo appello a tutti, cittadini, associazioni, movimenti, comitati, gruppi, per marciare uniti in difesa della nostra terra e della salute pubblica.

E’ ora che chi finora non ha potuto esprimere la propria voce lo possa finalmente fare

Info: www.marciastoppesticidi.it

Adesioni: inviare una email a marciastoppesticidi@gmail.com

Download
18-05.13 Appello Marcia STOP pesticidi
18-05.13 Follina - Volantino appello MAR
Documento Adobe Acrobat 45.1 KB
22/03/2018 Gruppo mamme di Susegna-Salviamo salute e beni comuni dai pesticidi di sintesi
22/03/2018 Gruppo mamme di Susegna-Salviamo salute e beni comuni dai pesticidi di sintesi
Download
17-07.20 Conegliano - Fiaccolata contro
Documento Adobe Acrobat 282.1 KB

REVINE LAGO, 28/09/2016 - ore 20.30

Alimentazione, inquinamento ambientale, veleni. Come proteggere la nostra salute

Download
16-09.28 Revine Lago (TV) - Incontro su
Documento Adobe Acrobat 75.8 KB

REVINE, 28/06/2016
NEL TEMPO
DELL’INGANNO UNIVERSALE,
DIRE LA VERITA’, E’
UN ATTO RIVOLUZIONARIO
George Orwell
PESTEXIT: DAL BIOCOMUNE AL BIODISTRETTO
 
Nella serata a Revine Lago del 28.6.2016 sul tema : Biodistretto e Monocolture, abbiamo cercato di definire una visione ed una proposta per il Comune di Revine Lago e per il territorio, strategie che fossero coerenti con i propositi emersi nell’incontro in Prefettura a Treviso, incontro svoltosi fra tutti i portatori di interessi della zona prosecco DOC e DOCG della Provincia di Treviso. Nell’incontro si è voluto far emergere problematiche e proposte sul tema della produzione del prosecco, della sua sostenibilità a salvaguardia dei fattori ambientali (aria, acqua, suolo, cibo ed ecosistemi), fattori ambientali che sono anche BENI COMUNI. Problematiche e proposte che saranno valutate più avanti con apposite iniziative da parte della Prefettura assieme a tutti i portatori di interessi intervenuti.
(Gianluigi Salvador)
Download
PESTEXIT: dal Biocomune al Biodistretto
16-06.28 Revine - Conferenza su Biodistr
Documento Adobe Acrobat 9.2 MB

_____________________________________________________________

REVINE, 23/06/2016

 

GRANDE AFFLUENZA al primo dei 3 incontri informativi voluti ed organizzati dalle mamme di Revine Lago per salvare la loro terra ed i loro figli dall'invasione di speculatori pronti ad estendere la monocoltura del prosecco nell'area dei Laghi di Revine.

 

Illuminante seppure allarmante è stato l'intervento del medico pediatra, membro dell'ISDE e dell'ACP Associazione Culturale Pediatri, Giacomo Toffol.

Le evidenze sulla pericolosità dei pesticidi non hanno bisogno di integrazioni. E' il governo stesso ad averlo dichiarato, nella persona dell'ISPRA, istituto che fa capo a tutte le ARPA locali.

 

Un'altra nota positiva è stata la PRESENZA DEL SINDACO MICHELA COAN.

MAI, e ripetiamo MAI agli incontri organizzati nella vallata si è registrata la presenza di un sindaco. Tutti, su personale invito hanno sempre e puntualmente disertato le assemblee volute dal basso.

 

Riprendiamo severamente Michela Coan sull'impegno dichiarato di "LIMITARE" l'uso di diserbanti nelle aree pubbliche. L'uso di sostanze chimiche di sintesi va categoricamente ELIMINATO, ORA!

 

Michela Coan, donna, sindaco, mamma, è ora un simbolo di coraggio.

Coraggio di essersi pubblicamente esposta per la salute della propria gente, distinguendosi dal clan di sindaci omertosi della Docg Prosecco Conegliano-Valdobbiadene e parlando, finalmente, di applicazione del PRINCIPIO DI PRECAUZIONE e di percorso immediato per arrivare ad un BIODISTRETTO.

Una strategia che si potrebbe sintetizzare in “PESTEXIT: dal biocomune (Revine) al biodistretto”.

 

Confidiamo nella determinazione di questa donna, affinchè possa essere di esempio e guida per quei sindaci ancora troppo ingessati da interessi individualistici, che oggi stanno proteggendo ed avallando il massacro ambientale e l'avvelenamento della popolazione, per l'interesse degli speculatori del prosecco.

 

Congratulazioni a Michela Coan, che speriamo dia presto prove oggettive di coerenza e congratulazioni alle mamme di Revine, che contrariamente agli altri comuni, hanno dimostrato forza, sensibilità, determinazione e chiari obiettivi.

 

Dove sono invece le mamme di Miane, Follina, Valdobbiadene, Farra di Soligo etc.?

Per quanto pensano di potersi permettere il lusso di sonnecchiare sulla necessità di salvare i propri figli dalla pandemia dei pesticidi?

 

Vi ricordiamo che Martedì 28.6.2016 alle ore 20.30 presso l’auditorium delle scuole elementari di Revine Lago (località Santa Maria), si continuerà il ciclo di conferenze con la serata di proposte dal titolo: Biodistretto e monocolture, con L’intervento di Gianluigi Salvador del direttivo PAN Italia (pesticides action network) e Luciano Bortolamiol presidente dell’Associazione Martin pescatore di Vidor.

______________________________________________________________________

 

REVINE LAGO,

23 E 28 GIUGNO 2016

4 LUGLIO 2016

 

Grazie all’incontro degli “Stati Generali” del prosecco, come li ha definiti la stampa, presso la Prefettura di Treviso, il 6.6.20216 (vedi ALLEGATO) con la partecipazione di tutti i portatori di interessi, c’è ora attenzione da parte delle Istituzioni verso i rischi della monocoltura “convenzionale” agricola a ridosso delle aree urbane e non. Agricoltura che sta creando conflitti sociali, sanitari e forti rischi ambientali, che degradano i BENI COMUNI quali aria, acqua, suolo, cibo ed ecosistemi.
Sono criticità nuove, perchè nuova e massiccia è l’utilizzazione dei pesticidi di sintesi, una tecnologia sconosciuta all’evoluzione, e completamente fuori controllo. Queste criticità devono essere risolte attraverso il miglioramento dei processi produttivi agricoli.
Molti di questi problemi, ma anche proposte di miglioramento, abbiamo cercato di comunicare alla riunione in Prefettura (vedi sintesi in ALLEGATO) per andare verso un biodistretto trevigiano.

 

Vorremmo ribadire queste proposte anche nelle tre assemblee pubbliche a Revine Lago il 28-29 giugno e il 4 luglio 2016 alle ore 20.30, presso l’Auditorium della scuola elementare (vedi ALLEGATO).  
Download
16-06.28 Revine Lago (TV) - Incontri su
Documento Adobe Acrobat 440.6 KB

VITTORIO VENETO, 16/04/2016 - ore 18,30

 

UNA DISCARICA NUCLEARE IN VENETO? 

Download
16-04.16 Vittorio V.to - Veneto discaric
Documento Adobe Acrobat 1.6 MB

VISTORTA-SACILE (PN), 14/05/2015

L'agricoltura si sta muovendo verso il biologico, per offrire prodotti di maggior qualità e valore economico, riducendo l'impatto sulla salute. Tu che fai?

SPRESIANO, 13/02/2015

PESTICIBI


MEL (BL), Novembre 2014

In Valbelluna, a Mel Palazzo della Contessa, un ciclo di incontri sull’agricoltura sana e sostenibile a partire dalla tutela della salute e della biodiversità.

Download
14-11 Mel (BL) - Prospettive agricole in
Documento Adobe Acrobat 228.0 KB

SANTA LUCIA, 09/10 - 16/10 - 23/10 - 06/11

CURARSI MANGIANDO

Quattro conferenze dedicate ad analizzare i diversi aspetti delle abitudini di vita alimentare e le ovvie conseguenze sullo stato di salute del corpo, arricchite dal prezioso contributo pratico d'intervento in cucina.


ORMELLE, 14/09/20014

FESTA METRI ZERO

COSCIENZA A MILLE


MIANE - PETIZIONE CONTRO L'IMPIANTO DI NUOVI VIGNETI
Ormai il vaso è pieno e ogni singolo goccia rischia di farlo traboccare. L’esasperazione dei cittadini di fronte a questo macello territoriale è arrivato al colmo della sopportazione. Non c’è alcun rispetto, né dell’ambiente con la contaminazione delle acque superficiali e sotterranee dalle tonnellate di pesticidi riversate nell’ambiente, né della biodiversità con impianti di coltivazione “industriali” dove non c’è spazio né per gli insetti, la flora e fauna combattuti alacremente con centinaia di molecole tossiche (fungicidi, insetticidi, erbicidi). Dove le povere viti clonate, gemelle fra di loro e selezionate appositamente per produrre in quantità sono dipendenti dalle “droghe” composte da concimi chimici a pronto assorbimento e sostenute costantemente da pesticidi sempre più potenti che entrano direttamente nel loro sistema linfatico come le flebo.

E’ ora di dire BASTA !

I danni provocati da questa speculazione effimera si riverseranno pesantemente sempre più su ciascuno di noi in termini di danni alla salute, saccheggio dei terreni fertili, distruzione di biodiversità, rovine del paesaggio, perdita del patrimonio culturale, della identità e della memoria storica.

Siamo passati dai vigneti “eroici” dove era fondamentale l’opera dell’uomo, fatta di fatica e di antichi saperi, ai vigneti “scempi” costruiti dagli escavatori di ogni dimensione e tipo, con viti omologate allineate con il laser.

Da una grande eredità pluricentenaria che ci ha lasciato in eredità un patrimonio da valorizzare stiamo riuscendo nell’opera insulsa della sua distruzione completa accecati dalla bramosia della SPECULAZIONE più spuria con la smania dell’arricchimento facile e veloce.

BASTA !

Fermiamo lo scempio !

A Miane è nato il comitato “BASTA VIGNETI !”

Non vogliamo più vedere vigneti nei luoghi chiamati “giazere” dove la “brosa” rimane fino a Pasqua, oppure nei “prà de barc” ovvero campi da erba o marcite, prossimamente anche nelle “fontanazze” dove l’acqua sgorga copiosa dopo ogni pioggia.

Che senso ha tutto questo se non la pazzia dell’autodistruzione ?

Il comitato invita TUTTI i Cittadini a firmare la petizione con nuovi vigneti e non importa se non sono di Miane perché il problema riguarda anche gli altri Comuni del Quartier del Piave.

Per il comitato “Basta Vigneti !”

Luciano De Biasi

Firma la petizione da presentare al Sindaco di Miane contro l’invasione di “imprenditori” che, provenienti da fuori Comune, non rispettano  il territorio e cambiano l’identità del nostro paesaggio sull’altare della nuova speculazione basata unicamente sul momentaneo  successo commerciale del vino “prosecco”. Il nostro Comune ha per simbolo una montagna, una mucca ed un castagno. Non c’è la vite che rappresentava una coltivazione marginale con lo scopo principale di produrre il vino per l’autoconsumo familiare. La monocoltura industriale della vite non ci appartiene né vogliamo appiattirci alla mono cultura speculativa dove il solo valore che muove ogni cosa è il “dio denaro”. Ci teniamo alla nostra identità sociale e culturale e vorremmo mantenere integro il nostro paesaggio che rappresenta un patrimonio storico e culturale da valorizzare.  Desideriamo anche salvaguardare la nostra salute e la ricchezza di una biodiversità che non vogliamo compromettere ma tramandare integra alle generazioni future.

 

Questo vigneto verrebbe a trovarsi in prossimità di un pozzo, su un terreno con risorgive e vicino alla pista ciclabile che adulti e bambini abitualmente usano per passeggiare.

 

La petizione può essere firmata anche da non residenti. Si ringraziano tutti quelli che vorranno adoperarsi in questa raccolta anche fuori da Comune di Miane. Le pagine firmate potranno essere consegnate a noi (prendere accordi) o ai cittadini di Miane che hanno lanciato questa iniziativa.

NON STATE ALLA FINESTRA A GUARDARE!!!

 

Download
MIANE-Petizione basta vigneti.doc
Documento Microsoft Word 799.0 KB
Download
14-07.07 MIANE-Petizione basta vigneti.p
Documento Adobe Acrobat 124.5 KB

PETIZIONE per fermare l'utilizzo dei pesticidi tossico-nocivi nella zona del prosecco DOC veneto.

Non dimentichiamo che dal 2010 ben cinque province del Veneto su sette (esclusa solo VR e RO) possono produrre prosecco DOC (per una superficie di 16.500 Ha) e anche tutte le quattro province del FVG (per una superficie di 3.500 Ha).

http://www.avaaz.org/it/petition/Stop_allutilizzo_di_pesticidi_chimici_nei_vigneti_di_Prosecco/?kBfIlbb


FOLLINA, 25 MARZO 2014, ore 20.00

DAL CONTADINO ALLA NOSTRA TAVOLA...

Presentazione dell'Azienda Agricola San Michele che fornisce il nostro GAS.


SERNAGLIA, 06/03/2014, ore 20.30

SALUBRITA' DEI RACCOLTI E DEI CONSUMATORI: UNA SFIDA ATTUALE


MIANE, 13/02/2014, ore 20.30

ASSEMBLEA PUBBLICA "AGRICOLTURA, BAMBINI E SALUTE"


DAL 18 AL 24 NOVEMBRE 2013

La Settimana del Baratto giunge alla Quinta Edizione e si svolgerà dal dal 18 al 24 novembre 2013: i bed and breakfast affiliati al portale www.bed-and-breakfast.it che aderiranno all'iniziativa baratteranno il soggiorno in cambio di beni o servizi.

http://settimanadelbaratto.it/


FOLLINA, 25/10/2013 ore 20,30

DAI PESTICIDI AL BIOLOGICO

 

ASSEMBLEA PUBBLICA presso L'AUDITORIUM COMUNALE ex collegio San Giuseppe, via Sanavalle, 14 FOLLINA (TV)

 

Relatori:
-Giacomo Toffoli, Pediatra, Associazione Culturale Pediatri
-Giuseppe Morosin, Associazione Regionale Apicoltori del Veneto
-Gilberto Carlotto, Vicepresidente Associazione WWF AltaMarca
-Ruggero Mazzilli, Agronomo, esperto in viticoltura biologica, del Biodistretto GREVE IN CHIANTI"

 
Interverrà Angiolino Maule, Presidente di VinNatur


PADOVA, 21/09/2013 ore 21

L'INSOSTENIBILE PESANTEZZA DELLA CRESCITA

 

La situazione del nostro territorio si fa sempre più critica: le grandi opere realizzate in "project financing" generano dei costi sociali e ambientali che non sono sufficientemente valutati nella pianificazione territoriale e hanno ricadute minime sull'occupazione. E' necessario abbandonare l'utopica ricerca della crescita infinita, che appare sempre più miope e pericolosamente ripiegata sul presente. Possiamo e dobbiamo percorrere una nuova strada che vada nella direzione dei beni comuni, di un rapporto solidale con l'ambiente e di un futuro come spazio di progettazione e autentico miglioramento

 

"L'insostenibile pesantezza della crescita: in cambio di cosa sacrifichiamo territorio, salute, tempo, benessere? Alternative e soluzioni praticabili" è il titolo dell'incontro pubblico che propone il circolo MDF di Padova con l'autorevole presenza di Maurizio Pallante che si svolgerà a Padova il 21 settembre.

 

E' previsto anche l'intervento di Don Albino Bizzotto che da agosto protesta con il digiuno «contro il disinteresse per la questione ambientale, le grandi opere da realizzare in project financing e l'inerzia culturale riguardo alla tutela del territorio della Regione Veneto».

 

L'incontro si terrà sabato 21 settembre nella Sala polifunzionale S. Carlo via P. G. Guarnieri, 22 a Padova (Fermata tram S. Carlo direzione Pontevigodarzere se si proviene dalla stazione) alle h 21.00.

Per informazioni 329 4426874.


CONEGLIANO, 05/10/2013 ore 15,00 

davanti al Municipio di Conegliano

 

MANIFESTAZIONE "NO PESTICIDI"

Download
13-10.05 Volantino manifestazione Conegl
Documento Adobe Acrobat 186.9 KB

PIEVE DI SOLIGO, LUNEDI' 16/09/2013 ore 21,00

presso Cinema Teatro Careni - Via G. Marconi, 16

 

DIFENDIAMO I NOSTRI BOSCHI

Le nuove minacce ai nostri boschi e la tutela della biodiversità in Europa

Download
13-09.16 Volantino conferenza pubblica P
Documento Adobe Acrobat 551.2 KB

FOLLINA, 4 AGOSTO 2013 - ORE 17,00
PASSEGGIATA E PIZZA WWF

 

Il WWF AltaMarca invita Amici e simpatizzanti ad unirsi per una piacevole mezza giornata all'insegna della condivisione e del rispetto per la Natura ed il Creato.

E' stata organizzata un piacevole passeggiata storico-naturalistica a cui seguirà pizza per tutti.

Scarica l'invito e unisciti a noi!

ATTENZIONE! Le iscrizioni sono a numero chiuso quindi le adesioni devono pervenire entro il 31/07/2013! Affrettati!

Download
13-08.04 Volantino festa-bozza6.pdf
Documento Adobe Acrobat 253.0 KB

FARRA DI SOLIGO, 20/07/2013 - ORE 16,00 DAVANTI AL MUNICIPIO

 

Il tema della pericolosità dei pesticidi in
agricoltura è nuovo e nascosto perchè dovrebbe essere oggetto di prevenzione
primaria (vedi allegato sull'incidenza dei tumori infantili) e sulla quale non
si investe affatto perchè è molto più lucroso curare le malattie anzichè
prevenire. Infatti il mercato della chimica in agricoltura è l'unico in attivo
in questo periodo di recessione (S24O 14.7.2013), recessione che continua da ben
27 mesi e sta diventando depressione.

 

E' questa una manifestazione che deve dare inizio
pubblicamente alla denuncia della gravità della situazione sanitaria nella zona
dei 15 comuni della "DOCG Conegliano-Valdobbiadene prosecco", zona con una
incidenza tumorale che nella ULSS7 solo nel 2012 è stata del +6.9% e sempre in
crescita da parecchi anni. Anche perchè oramai è dimostrato che gli OGM, i
pesticidi e le monocolture agricole sono insostenibili (vedi allegato studio
ISIS)

 

Come cittadini dobbiamo fare di tutto per obbligare
le istituzioni ad andare ovunque alle coltivazioni biologiche per invertire il
trend di crescita continua delle neoplasie maligne, a partire dai Sindaci che
sono i primi responsabili della salute dei loro amministrati in base
all'articolo 32 della Costituzione.

TREVISO, 05/07/2013 - ORE 21,00 C/O Hotel Ca' del Galletto - CONVEGNO "GARANTIAMO LA SALUTE DEI NOSTRI FIGLI"

 

Inquinamento che tocca ormai tutti i fattori ambientali (aria, acqua, cibo-terra ed ecosistemi) cioè BENI COMUNI, con impatti che rischiano sempre più di portare il degrado dei fattori ambientali a soglie di irreversibilità.

Download
13-07.05 Treviso - Convegno garantiamo l
Documento Adobe Acrobat 195.7 KB

Comunicato stampa del 28 giugno 2013

Conferenza “Garantiamo la salute ai nostri figli: inquinamento e cumulo degli impatti
sulla catena alimentare”

 

A Treviso, venerdì 5 luglio alle ore 21.00, all’Hotel Ca’del Galletto, in via Santa Bona Vecchia 30

 

“Garantiamo la salute ai nostri figli:
inquinamento e cumulo degli impatti sulla catena alimentare” è il titolo della conferenza in programma per venerdì 5 luglio alle ore 21.00, all’Hotel Ca’del Galletto in via Santa Bona Vecchia 30 a Treviso. La serata è organizzata dall’europarlamentare Andrea Zanoni del gruppo ALDE (Alleanza dei Liberali e Democratici Europei), membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare e vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la conservazione degli Animali al Parlamento europeo.

 

Oltre a Zanoni, interverranno Gianluigi Salvador (WWF) sul tema “Inquinamento e cumulo degli
impatti”, Francesco Cavasin (ISDE, Associazione Medici per l’Ambiente della Provincia Treviso) sul tema “Inquinamento, catena alimentare e salute dei cittadini”. Sono invitati alla discussione Amministratori, comitati e cittadini.

«Sarà l’occasione per affrontare un lungo elenco di temi che influiscono sulla nostra alimentazione quotidiana - ha spiegato Zanoni - È fondamentale anche
per la salute dei nostri bambini che vi siano delle norme di salvaguardia e dei
controlli ferrei sulle filiere alimentari. È per questo che, il 6 maggio scorso, la Commissione europea ha adottato una serie di provvedimenti per rafforzare l’applicazione delle norme in tema di salute e sicurezza lungo tutta la catena agroalimentare europea. Durante la serata ripercorrerò
tematiche che dall’inizio del mio mandato ho portato all’attenzione dell’Europa attraverso
interrogazioni parlamentari, chiedendo indagini e interventi. Solo a titolo esemplificativo, esaminerò il problema della distanza che dovrebbe essere rispettata tra le coltivazioni da cementifici ed inceneritori; il dramma dell’inquinamento da mercurio delle falde sotterranee
per il quale ho presentato un’interrogazione alla Commissione. La risposta è arrivata il 17 giugno scorso e invita le autorità italiani a maggiori controlli».

«La nostra Provincia di Treviso è poi soggetta ciclicamente a “piogge” di pesticidi con
voli di elicotteri sui vigneti di Prosecco, che inevitabilmente vengono irrorati
su abitazioni, asili. Anche per questo ho interrogato l’Europa -
ha proseguito Zanoni - La Commissione ha risposto sottolineando l’articolo 9 della Direttiva 2009/128/CE prevede il “divieto
dell’irrorazione aerea con la possibilità di eventuali deroghe in condizioni estremamente limitate e controllate”. Il rapporto nazionale pesticidi nelle acque 2013, realizzato dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) ha accertato il grave stato di contaminazione
delle acque italiane superficiali e sotterranee da pesticidi. Ho ritenuto doveroso denunciare il fatto alla Commissione che ha risposto il 4 giugno scorso, comunicando di aver aperto un’indagine. Quando a metà aprile scorso è stata scoperta l'ennesima truffa che ha visto l’immissione nei mercati italiano e inglese di vini contraffatti di bassissima qualità spacciati come DOP o IGT ho
chiesto
all’Ue di farsi garante della qualità dei prodotti venduti al suo interno e consumati dai cittadini europei». 

Al termine della conferenza seguirà un dibattito con il pubblico.

BACKGROUND

Zanoni è intervenuto, anche, sul caso della messa in commercio del latte tossico contaminato da aflatossine, sostanze generate da muffe cancerogene con effetti sulla crescita dei bambini, che ha portato all’arresto del leader del Cospalat del Friuli Venezia Giulia, Renato Zampa, e di altre cinque persone da parte dei Nas di Udine. Il 25 giugno 2013, l’eurodeputato Zanoni ha scritto ai Ministri italiani all’Ambiente Andrea Orlando, alla Salute Beatrice Lorenzin e alle Politiche
Agricole Alimentari e Forestali Nunzia De Girolamo chiedendo controlli in tutte le regioni che potrebbero essere interessati dal caso del latte all’aflatossina.
La lettera è stata trasmessa anche all’Assessore all’agricoltura della Regione Veneto, Franco Manzato, all’Assessore alla Sanità della Regione Veneto, Luca Coletto, all’Assessore Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna, Carlo Lusenti e all’Assessore Agricoltura, Economia ittica, attività faunistico-venatoria della Regione Emilia-Romagna, Tiberio Rabboni.

Il 20 giugno 2013 Zanoni è intervenuto scrivendo ai
Ministri italiani delle Politiche Agricole Nunzia De Girolamo, dell’Ambiente Andrea Orlando, della
Salute Beatrice Lorenzin e al Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, all’indomani della semina di mais transgenico MON810 a Vivaro in provincia di Pordenone affinché si metta in campo una task force di legali e giuristi per contrastare in particolare le conseguenze della recente ordinanza della Corte UE sugli OGM. Il 25 giugno scorso, l’eurodeputato ha accolto con soddisfazione l’annuncio del Ministro De Girolamo che intende proporre un decreto di concerto con i Ministri della Salute, Beatrice Lorenzin e dell’Ambiente, Andrea Orlando, per vietare la coltivazione di Ogm in Italia.

Durante l’incontro a Treviso, Zanoni affronterà anche il tema della discarica Postumia 2, per la
quale il 18 giugno scorso ha presentato un’interrogazione per chiedere alla Commissione
europea di contattare le autorità locali italiane per verificare eventuali violazioni della normativa UE per l’ampliamento della discarica Postumia 2 nonostante la presenza di un impressionante numero di altri impianti nel territorio, spesso affetti da gravi irregolarità, e visti i rischi di

inquinamento della poco profonda falda acquifera sottostante. L’eurodeputato, da
tempo, è impegnato a fianco dei comitati per tutelare la salute e il territorio dalla minaccia della discarica di Trevignano.


LEVADA DI PEDEROBBA, 30/06/2013 - E'COINVOLGENTE

 

Reimpariamo ad usare le mani per far nascere e trasformare i prodotti della terra, siano essi cibo o materiali da usare per vestirsi e giocare. IMPARIAMO DAL PASSATO PER PERMETTERCI UN FUTURO!

Download
13-06.30 Levada di Pederobba - Ecoinvolg
Documento Adobe Acrobat 507.4 KB

TREVISO, 28/06/2013 - CONVEGNO SALVIAMO IL PAESAGGIO "SVILUPPO LOCALE ECOSOSTENIBILE"

Download
13-06.28 Treviso - Convegno Salviamo il
Documento Adobe Acrobat 679.4 KB

PIEVE DI SOLIGO, 10/06/2013 - ORE 20,30 C/O AUDITORIUM MARIA BATTISTELLA MOCCIA

 

Quale sarà il futuro della sanità el Quartier del Piave e nella Vallata?

Download
13-06.10 Pieve di Soligo Sanità nel Quar
Documento Adobe Acrobat 52.5 KB

FOLLINA, FESTA DEL BARATTO 09/06/2013 e 07/07/2013

C/O PARCO GIOCHI VIA SANAVALLE (vicino Abbazia) dalle ore 14 alle 18

In caso di pioggia la manifestazione si svolgerà al coperto nell'area adiacente al parco.


PIEVE DI SOLIGO, 10/06/2013 - ORE 20,30 C/O SALA BATTISTELLA MOCCIA

Un nuovo documento, sottoscritto all’unanimità dai 35 consiglieri di minoranza dei comuni del Quartier del Piave e Vallata, sul tavolo dei sindaci, regione e Ulss 7 per rilanciare i servizi socio-sanitari dell’area. «Un anno fa noi 35 presentavamo ai consigli comunali un documento con il quale i sindaci si impegnavano a risolvere la questione, ma dopo un anno quelle promesse possiamo dichiararle fallite» affermano i 35....

Download
13-06.10 Pieve di Soligo Ulss7.pdf
Documento Adobe Acrobat 25.8 KB

PIEVE DI SOLIGO, 7 GIUGNO 2013 - ORE 20,45 C/O CINEMA CARENI - Via G. Marconi, 16

"Perchè dobbiamo chiuderci in casa per non respirare i pesticidi?

Perchè non posso far giocare i bambini nel mio giardino?"

Download
13-06.07 Pieve di Soligo-Assemblea pubbl
Documento Adobe Acrobat 368.0 KB

ROMA, 25/05/2013

Il 25 maggio in tutto il mondo si marcia contro Monsanto, la multinazionale degli Ogm e del Roundup/glifosate contro cui nessun organismo governativo o istituzionale riesce (o vuole) a schierarsi.